Tovaglia antimacchia per ristorante

Tovaglia antimacchia per ristorante

Ricordate le vecchie lavandaie che strofinavano i panni sulle pietre lungo il fiume? Poco più di mezzo secolo fa, la lavatrice ha portato una vera rivoluzione. Oggi ne stiamo vivendo una seconda, sia pure di importanza molto minore, con i tessuti antimacchia.

Le tovaglie antimacchia per i ristoranti sono un’invenzione, se non proprio rivoluzionaria, sicuramente molto gradita. Semplificano enormemente la gestione del tovagliato e permettono così di concentrarsi sugli altri aspetti del proprio lavoro.

 

Questa invenzione apparentemente così semplice è figlia invece di una tecnologia estremamente avanzata: per la precisione, di quelle che sono note come “nanotecnologie”.

Le nanotecnologie in generale si basano sul principio che le particelle, portate a dimensioni estremamente ridotte, assumono caratteristiche fisiche e comportamenti diversi da quelli abituali. Un po’ tutto il settore del tessuto non tessuto è figlio delle nanotecnologie. E’ la possibilità di agire direttamente sui polimeri che fa nascere questo materiale così versatile e che permette di dotarlo delle caratteristiche che ce lo rendono così gradito.

 

Una tovaglia antimacchia è fatta con un tessuto o nontessuto rivestito con una leggera pellicola di origine acrilica che impedisce l’assorbimento di qualsiasi tipo di sostanza. Le macchie quindi non vengono assorbite in profondità dalle fibre, restano superficiali e possono essere mandate via facilmente con un lavaggio a bassa temperatura: questa soluzione si rivela quindi non solo pratica, ma anche amica del risparmio energetico.

Il trattamento antimacchia, inoltre, facilita lo stiro (e, talvolta, permette di evitarlo del tutto). E’ la stessa pellicola, infatti, che impedisce al tessuto di fissarsi in pieghette e spiegazzature.

Infine, una tovaglia antimacchia si mantiene più bella nel corso del tempo perché i colori risultano più resistenti e non si formano quegli antiestetici “pallini” di fibre sulla superficie tipici dei tessuti vecchi e consumati.

 

Il rovescio della medaglia, soprattutto per i tessuti in lino o cotone che vengono sottoposti a trattamento antimacchia, è che perdono morbidezza e diventano più rigidi.

Questo problema non vale, invece per le tovaglie in tessuto non tessuto perché per questi materiali il livello di morbidezza dipende dalle caratteristiche di lavorazione. Si possono avere, perciò, tovaglie antimacchia che mantengono una morbidezza estrema al tatto.

 

Vi invitiamo a contattarci per maggiori informazioni o per studiare, insieme, il tipo di prodotto migliore per il vostro locale.

2019-01-09T09:49:24+00:00