Come si apparecchia se il tavolo è all’aperto

Come si apparecchia se il tavolo è all’aperto

Spesso si vedono apparecchiature all’aperto che ricalcano in tutto e per tutto quelle dei tavoli interni al ristorante: stessi tessuti, stessi colori, stesse decorazioni.

Non è certamente una scelta sbagliata. Ma, adesso che l’estate rende così ambiti i ristoranti che possono offrire angoli di frescura anche all’aperto, perché non renderli ancora più piacevoli con un’apparecchiatura distintiva, che migliori il colpo d’occhio e il comfort della tavola?

Come sempre, vi ricordiamo che ricorrendo a tovaglie e tovaglioli in tessuto non tessuto potrete avere una grande varietà di colori e decorazioni per i vostri tessili per la tavola, tenendo al tempo stesso i costi per l’apparecchiatura sotto controllo.

Lo stile: l’ambiente circostante

La prima domanda che conviene porsi, quando si vogliono ripensare i dettagli dell’apparecchiatura, è la seguente: come sonoi tavoli e le sedie che si utilizzano nel dehors? Sono gli stessi dell’interno del ristorante, oppure sono diversi?
Talvolta i ristoratori riservano per l’esterno dei tavoli e delle sedie più leggeri, più facili da spostare e da riporre in magazzino quando la bella stagione è passata.

È opportuno quindi che anche l’apparecchiatura si adatti a questa differenza. Non fate l’errore di utilizzare apparecchiature più spartane sui tavoli più leggeri: al contrario, se non volete dare un’impronta eccessivamente rustica, utilizzate un’apparecchiatura importante, con un buon mollettone come base e sopra una bella combinazione di tovaglia e coprimacchia. Tutto quello che serve, insomma, per far percepire un ambiente confortevole e curato.

Studiate poi bene il vostro spazio e gli elementi che lo formano: c’è un pavimento in cotto o una pedana il legno? Ci sono piante fiorite? Vedete molte piante verdi oppure siete su una terrazza che si affaccia su una metropoli moderna?

Fate caso soprattutto a tutti quegli elementi che distinguono il vostro dehors dall’interno del locale a livello stilistico e di impatto visivo.

La scelta dei colori e degli elementi decorativi

A questo punto, quando avete focalizzato l’attenzione sulle caratteristiche estetiche dell’esterno, osservate quella che è la vostra apparecchiatura standard e decidete quali elementi modificare per adattarla all’esterno.

Forse il colore di base dovrà variare; oppure si potranno semplicemente aggiungere degli elementi decorativi peculiari per armonizzare l’apparecchiatura all’ambiente circostante: ad esempio, un centrotavola con le stesse varietà di fiori che spuntano ai lati del giardino o delle piccole lampade in coccio che richiamano l’ambiente rustico del cortile.

L’effetto finale deve essere armonioso. I tavoli e l’ambiente circostante devono integrarsi bene l’uno con l’altro e non sembrare due cose opposte.

Gli accorgimenti pratici

Ricordiamoci però che, oltre all’aspetto estetico, potranno essere molto graditi dai clienti alcuni accorgimenti meramente pratici.

Per proteggere dal rischio di folate di vento è opportuno utilizzare dei buoni fermatovaglia. 

Facciamo poi attenzione poi che tutti i tavoli siano ben coperti da una tettoia o da una tenda, sia per proteggere dal sole diretto durante il giorno che per evitare altri piccoli incidenti (come la caduta accidentale di foglie da un albero vicino).

Per le cene in esterno, infine, delle candele sul tavolo saranno molto gradite anche se lo spazio interessato ha una buona illuminazione.

di Gabriella Poggiali

2019-01-09T09:35:41+00:00